LATEMARIUM spettacolo intorno al Latemar

Le proposte estive della Val d’Ega si vanno arricchendo di grandi novità: il gioiello naturale del massiccio del Latemar farà da meravigliosa cornice al Latemarium, un contesto capace di regalare momenti ed emozioni indimenticabili.
Straordinariamente prezioso dal punto di vista geologico, botanico e paesaggistico, questo suggestivo massiccio montano, circondato da un fitto reticolo di sentieri escursionistici, è stato inserito dall’UNESCO fra i contesti naturali più belli e inestimabili al mondo. I sentieri tematici di nuova realizzazione si snodano fra ombrosi boschi secolari, prati dal verde brillante e alpeggi in quota. Scorci che sembrano usciti dai libri delle favole, eppure agevolmente raggiungibili. E che fanno di Obereggen una località di vacanza ideale per tutta la famiglia.

Vedute spettacolari

Con la seggiovia che collega Obereggen con Oberholz si raggiunge comodamente la nuova piattaforma panoramica LATEMAR.360° da cui ammirare una sensazionale veduta a 360°. Con le imponenti pareti rocciose del Latemar alle spalle, agli occhi del visitatore si apre uno scenario incomparabile, il Latemarium in una distesa apparentemente infinita di vette e ghiacciai, dalla catena dell’Adamello e Dolomiti di Brenta fino al Gran Zebrù, all’Ortles e alle Alpi Venoste e Breonie di Levante e di Ponente. Una vista a dir poco spettacolare, che accompagna come una costante del Latemarium anche chi si avventura sul sentiero naturalistico LATEMAR.PANORAMA (n. 22) che si sviluppa proprio sotto le pareti dell’imponente Latemar. Il contesto altamente scenografico offre un susseguirsi continuo di punti panoramici in cui scoprire, affascinati, la storia e le favole di questi luoghi, dai racconti sugli esseri che vivono tra le fessure della roccia alle leggende del Latemar, fino agli storici scontri di confine.

Il sentiero naturalistico LATEMAR.NATURA (n. 22/23), pensato per le famiglie e gli amanti della natura, conduce alla scoperta degli habitat alpini alle diverse quote di altitudine. Toccando diverse stazioni interattive, il  percorso conduce alla scoperta della flora e fauna della regione svelandone segreti e curiosità. In questo contatto ravvicinato con la natura, il paesaggio cessa di essere mero contorno, trasformandosi invece in una realtà viva e toccante.

LATEMAR.RELAX: nel gioco di luci e ombre disegnato dal susseguirsi di posticini al sole e angoli frondosi, quest’area si propone come gradevole zona relax. L’ideale per chi ama la natura e le famiglie con bambini che apprezzeranno in particolare il sentiero “Durabühl” (Nr. 10/11) che dalla Malga Laner scende fino a Obereggen. Boschetti ombrosi, prati fioriti e una vegetazione incredibilmente varia fanno da splendida cornice a questo piacevole sentiero naturalistico. A camminare passo passo sul suo tracciato pare che il tempo non debba finire mai.

Per gli ambiziosi che amano lanciarsi alla conquista di cime e vette, il LATEMAR.UNESCO offre l’itinerario ideale (n. 18/516/22): di media difficoltà, il percorso si snoda lungo il fantastico labirinto creato dai massi di una gigantesca frana. Arrivati a quota 2671 m s.l.m. apparirà come una visione il rifugio Torre di Pisa dove rifocillarsi con piatti semplici e gustosi della tradizione locale e trovare alloggio in camerata. La vista, impagabile, si spinge fino alla maestosa grandezza della Marmolada.

LATEMAR.ALP è ideale per  famiglie con bambini ed è semplice e percorribile anche con il passeggino. Osservando le straordinarie vette di Latemar, si scoprono le nuove stazioni interattive dedicate alle Dolomiti.

LATEMAR.ART – con un grado di difficoltá medio – è un itinerario dedicato agli amanti delle espressioni artistiche con lavori di Dick Gordon, Sandro Scalet, Hidetoshi Nagasawa, Giampaolo Osele, Thorsten Schütt, Mauro Olivotto e Marco Nones.

NOVITÀ LATEMAR ESTATE 2017

RIFUGIO OBERHOLZ
La novità di questa estate è il rifugio Oberholz, situato a 2.096 metri sul livello del mare. La sua architettura contemporanea, caratterizzata da grandi vetrate, esalta la bellezza dello scenario montano offrendo nel contempo un confortevole riparo.
Nelle tre salette aggettanti e sulla sua soleggiata terrazza panoramica i piaceri del palato si fondono con le delizie per gli occhi. Bar e ristorante sono aperti ogni giorno dal 24 giugno all’8 ottobre, dalle 8:30 alle 18:30. Il rifugio è comodamente raggiungibile da Obereggen con la seggiovia panoramica o a piedi attraverso il sentiero n. 9 e n. 18. Al rifugio si arriva anche da Pampeago o Predazzo prendendo gli impianti di risalita e proseguendo per il sentiero n. 22.

 

RIFUGIO LATEMARHÜTTE/TORRE DI PISA
Gli escursionisti più ambiziosi e amanti dello sport troveranno nell’estate del 2017 un’altra grande novità. Il rifugio Latemarhütte / Torre di Pisa, a 2.671 metri sul livello del mare, raggiungibile attraverso uno dei più bei sentieri delle Dolomiti, è stato completamente ristrutturato e ampliato. Bar e ristorante sono stati rinnovati, così come la camerata da 30 posti letto, che è stata suddivisi in quattro comode stanze con complessivamente 38 posti letto e un bagno comune.

 

CINEMA DI MONTAGNA IN VAL D’EGA
La novità dell’estate 2017 in Val d’Ega sono i sei punti panoramici sulle Dolomiti-Patrimonio dell’umanità UNESCO. Il nuovo “cinema di montagna” in Val d’Ega si compone di sei meravigliosi punti panoramici tra Nova Ponente, Obereggen, Collepietra e Nova Levante-Carezza. I punti panoramici sono disposti lungo i sentieri e sono allestiti per una comoda sosta con panchine e cornici in legno che ricordano una sala cinematografica, dove la pellicola proiettata è il favoloso panorama di montagna della Val d’Ega. Ogni punto è dotato di una tavola descrittiva con foto panoramica. A Obereggen il nuovo “cinema di montagna” fa parte, e non avrebbe potuto essere altrimenti, del sentiero tematico Latemar.Panorama.