Tempo di asparagi a Terlano

Preparatevi è tempo di asparagi a TERLANO

Già gli antichi greci conoscevano ben 2.500 anni fa l’asparago e lo chiamarono “asparagos”, termine che significa germoglio. La pianta fa parte della famiglia delle Liliacee. Diversamente da molte altre verdure, dove i germogli rappresentano la parte che si può mangiare, dell’asparago viene usato la radice nella cucina. Inoltre, l’asparago possiede particolari proprietà diuretiche ed è un pasto molto equilibrato, con tutte le vitamine che servono al corpo come C, B1, B2, A ed E.

Finalmente é arrivata la stagione, è tempo di asparagi a Terlano.

L’asparago avvolte viene anche chiamato “avorio commestibile”, come anche “aria di primavera in bastoncini” o “verdura reale”. Questo perché in tempi passati l’asparago era molto raro e costoso, usato e mangiato anche gran parte solo da nobili, dato che il il prezzo per il popolo normale era troppo alto.

La radice della piante sopravvive anche l’inverno e può essere coltivata ogni anno in primavera. Ed anche in Alto Adige viene coltivata questa verdura amata. Soprattutto la zona attorno Terlano, Settequerce e Nalles è nota per il suo asparago bianco, detto “Margarethe”, che ha un sapore inconfondibile e buonissimo.

Ma anche l’asparago verde è molto famoso, ha un sapore buono ed altrettanto tantissime vitamene. A differenza di quello bianco, il quale praticamente non „vede“ mai il sole“, l’asparago verde viene lasciato crescere più a lungo e quindi fatto spuntare dal terreno. A causa della fotosintesi clorofilliana questo asparago assume una colorazione verde.

Sapevate che l’asparago si può anche mangiare crudo? Ma comunque il tipico sapore dell’asparago si sviluppa quando lo si cuoce.

Dove gustarli?  Andate a vedere l’elenco completo dei ristoranti QUI.