Tempo di vendemmia in Alto Adige

Tempo di vendemmia in Alto Adige

Quando i giorni diventano progressivamente più brevi, la luce è dorata e si sente l’ aria fresca della sera, è tempo di vendemmia in Alto Adige, o di “Wimmens”, come si dice qui.

Tutto l’ anno il contadino coltiva la vite con la massima cura, e, tra settembre ed ottobre – in base alla maturazione – comincia la raccolta. Si comincia con la varietà di uve bianche, per passare poi ai vini rossi pesanti. Solo le uve appositamente selezionate per il cosiddetto “vino di ghiaccio”, che tengono più a lungo sulle viti, fino al primo vero gelo.
Il tempo di vendemmia per il vino altoatesino è probabilmente il momento più stressante dell’ anno, ma si tratta solo di buon tempismo e di un acuto senso.
E’ necessario anche aver fortuna con il tempo, perché troppi giorni di pioggia potrebbero annacquare il vino.
Inoltre potrebbero esserci chicchi d’ uva marci, e quindi portare a grandi perdite. Tutto il duro lavoro e la diligenza potrebbe, all’ improvviso, deludere.
Per un buon vino, le uve maturate devono essere portate sotto in tetto in periodi di siccità. Vengono quindi pigiate ed il succo viene pompato nei barili.
Durante la fermentazione, lo zucchero del succo d’ uva si mischia all’ alcol ed il succo diventa vino. Il processo di fermentazione avviene – sotto il controllo costante del capo cantina – fino a dicembre, poi il giovane vino viene travasato in altre botti e conservato.
In merito alla qualità del vino decide la cura del contadino, il tempo, ed infine l’ abilità del produttore.
Questi tre fattori sono fondamentali affinché il vino altoatesino vanti di un’ eccellente reputazione, ma anche perché la produzione sia costantemente a massimi livelli. Chi trascorre in questo momento le ferie in Alto Adige può vivere da vicino il momento della raccolta.
Un pò più tardi, in autunno, quando il vino giovane è maturato, è tempo di “Törggelen“. In bella compagnia viene servito il „Siasse“, cioè il mosto, oppure il „Nuier“, il vino giovane, ed insieme viene consumato il tipico pasto “Törggele”, composto da speck, salamini affumicati, e naturalmente castagne, noci e krapfen.

Autunno: tempo di piacere in Alto Adige!